Quest’anno Riot Games celebra il Pride month con oggetti di gioco riscattabili per tutti i suoi titoli. La celebrazione di quest’anno per Valorant si presenta sotto forma di nuove player card che rappresentano diverse bandiere del Pride. I giocatori possono scegliere tra sette diversi stendardi giocatore per mostrare il loro orgoglio o il loro supporto nel gioco. Tutte le nuove carte sono disponibili gratuitamente con i relativi codici. L’evento ha anche introdotto due titoli gratuiti disponibili per essere riscattati.

Ogni carta utilizza uno schema di colori vivaci che rappresenta una diversa bandiera del Pride e di seguito troverete una tabella che dettaglia i colori di ogni carta, il gruppo rappresentato e il codice con il quale è possibile riscattarla gratuitamente.

L’evento Pride 2021 di VALORANT offre ai giocatori anche l’accesso a due titoli gratuiti:

Titolo: “Orgoglioso“. Codice: JUBILANT01
Titolo: “Alleato“. Codice: JUBILANT02
Potrete riscattare tutte e sette le carte e i due titoli gratuiti sulla pagina ufficiale di riscatto codici di Valorant.

Valorant ha introdotto il sistema di riscatto codici durante il Valorant Champions Tour: Masters 2. L’ultimo giorno di competizioni, il gioco ha rilasciato un trailer di lore chiamato Duality che ha permesso ai giocatori di riscattare una card in edizione limitata. Per giorni la pagina web del riscatto è stata impantanata con migliaia di richieste e questo problema sembra essere tornato a galla con l’evento del Pride. VALORANT ha rilasciato una dichiarazione su Twitter affermando che stavano lavorando attivamente su una soluzione per il sito.

Le celebrazioni del mese del Pride di Apex Legends invece, sono iniziate con un badge speciale disponibile come ricompensa semplicemente per essere entrati all’interno del gioco. L’emblema utilizza una versione del 2018 della bandiera del Pride, che incorpora i colori della bandiera transgender accanto a strisce nere e marroni per rappresentare le persone di colore. Oltre al badge in-game, Respawn ha rilasciato un video con la testimonianza di diversi membri LGBTQ+ del team, che raccontano del design del badge e dell’importanza della rappresentazione.

Apex ha cinque leggende LGBTQ+ nel gioco, due delle quali sono state nel battle royale sin dal suo debutto. Bloodhound è non binary e la biografia di Gibraltar lo descrive come un uomo gay e menziona le sue scappatelle con il suo ragazzo, Nik Gentile. Da allora, altre tre leggende LGBTQ+ si sono unite al cast: Loba è bisessuale, Fuse è pansessuale e Valkyrie è lesbica.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome