Le ultime sul lan-gate

A sette giorni dal bailamme che ha interessato alcune sale-lan italiane tendono a calmarsi le polemiche in rete. Inizialmente le notizie dei sequestri di sale-lan, esports bar e locali di intrattenimento digitale, avevano scatenato vere e proprie reazioni rabbiose contro Adm, l’Agenzia delle accise, dogane e monopoli, accusata di chiedere il rispetto di norme che non esistono e di mettere sullo stesso piano videogame e gioco d’azzardo, contro la politica, accusata di disinteressarsi ai problemi di tutta una categoria e contro Sergio Milesi, il titolare della Led srl che a fine aprile aveva presentato un esposto ad Adm chiedendo di verificare l’operato di quei locali che offrono intrattenimento basato su nuove tecnologie pur senza avere le carte in regola, mettendo così in atto una concorrenza sleale nei confronti di operatori già attanagliati da crisi economica e norme stringenti. E nel corso della settimana sono state tante le voci che si sono levate per cercare una soluzione del problema, con uno sguardo più ragionato sulla realtà attuale.

“Il Governo sta valutando, di concerto con il Coni, l’istituzione di una federazione che sovrintenda all’organizzazione del gaming sportivo competitivo”.

l’Agenzia delle dogane e dei monopoli, con un comunicato che mira a fare chiarezza, ha precisato che “l’attività ha interessato esclusivamente quattro esercizi commerciali con il fine di accertare il rispetto delle norme attualmente vigenti”.

____________________________

L’esports giocato

Nel momento in cui la beta di Overwatch 2 sembra ridare anche una flebile speranza di ritorno mediatico, almeno in Europa, per il titolo Blizzard, c’è anche chi già da tempo ha deciso di abbandonarne la scena competitiva nonostante ne sia stato uno dei più importanti rappresentanti per l’Italia. Parliamo di Lorenzo “Midna” Nulli, giocatore competitivo di Overwatch a cavallo tra il 2017 e il 2019, primo italiano ad approdare agli Overwatch Contenders, la serie immediatamente inferiore alla Overwatch League che ne rappresenta invece la cima della scena competitiva, nonché giocatore della nazionale italiana nella Overwatch World Cup e protagonista della prima storica vittoria dell’Italia nella competizione contro la Polonia.

Archiviata la eSerie A, Il calcio virtuale torna di nuovo protagonista con la Lega Pro. Un progetto nato grazie alla esports partnership tra la terza serie nazionale e WeArena Entertainment. Tanti i club di Serie C che hanno aderito partecipando attivamente al percorso di trasformazione culturale.

Il business degli esports

Come ogni anno, più o meno sempre in questo periodo, arriva una delle liste più attese: le personalità più influenti secondo Forbes, una delle riviste (e ormai anche sito web) più seguite al mondo per chi si occupa di economia, finanza, marketing e non solo, nonché una di quelle che vanta più affidabilità e professionalità. Non per nulla venire inclusi nelle sue liste è senza dubbio motivo di orgoglio. Suscita particolare interesse la lista dei 100 Under 30, ovvero le 100 personalità sotto i trent’anni di età che vantano già una certa influenza nel proprio settore e hanno le potenzialità per continuare a essere dei punti di riferimento anche in futuro.

Iidea, l’associazione di categoria che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia, ha annunciato oggi la terza edizione di Round One, l’evento business internazionale dedicato al settore degli esports in Italia, in programma il 25 e 26 ottobre 2022, ancora una volta presso le Ogr di Torino. Nato con l’obiettivo di favorire lo sviluppo del mercato, promuovere la professionalizzazione degli operatori e dare visibilità al settore degli esports verso brand, media e istituzioni, l’evento è organizzato ancora una volta in collaborazione con Ninetynine ma quest’anno con una novità: la partnership con dentsu gaming

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome