Gli sviluppatori veterani di Blizzard Entertainment Luis Barriga, il direttore di Diablo 4, e Jesse McCree, uno dei progettisti principali del gioco, non fanno più parte della società di sviluppo di videogiochi. Secondo quanto riferito, anche il designer di World of Warcraft Johnathan LeCraft ha lasciato l’azienda.

“Possiamo confermare che Luis Barriga, Jesse McCree e Jonathan LeCraft non sono più con l’azienda“, ha detto un portavoce di Activision Blizzard. “Abbiamo già molti sviluppatori talentuosi in squadra e, ove appropriato, sono stati assegnati nuovi leader. Siamo fiduciosi nella nostra capacità di continuare a progredire, offrire esperienze straordinarie ai nostri giocatori e andare avanti per garantire un ambiente di lavoro sicuro e produttivo per tutti. ”

Questi cambi di leadership alla Blizzard sono senza dubbio riconducibili alla causa contro l’azienda del California Department of Fair Employment and Housing (DFEH) che ha denunciato un ambiente di lavoro tossico in cui le dipendenti sono state sottoposte a continue discriminazioni di genere e molestie sessuali.

Barriga, McCree e LeCraft sono stati rimossi dalla directory interna dei dipendenti di Blizzard Entertainment e da Slack. Anche le immagini e i profili degli sviluppatori di Barriga e McCree sono state rimosse dal sito Web di Blizzard questo pomeriggio. Barriga era in Blizzard dal 2005 e ha lavorato alle espansioni di World of Warcraft e ai giochi di Diablo. Il suo progetto attuale, Diablo 4, non ha una data di uscita.

McCree, il cui nome è stato preso in prestito per l’eroe cowboy di Overwatch, era un lead level designer della Blizzard dal 2005, secondo il suo profilo LinkedIn. È stato raffigurato nelle foto pubblicate di recente della cosiddetta Cosby Suite degli sviluppatori Blizzard, un soprannome per una camera d’albergo menzionata nella causa contro Activision Blizzard; è anche apparso negli screenshot di un thread di messaggi di testo con altri membri dello staff Blizzard sulla suite.

Secondo la causa del California Department of Fair Employment and Housing contro Activision Blizzard, l’ex direttore creativo di World of Warcraft “[Alex] Afrasiabi era così noto per le sue molestie alle donne che la sua suite è stata soprannominata la ‘Crosby Suite’ in onore del presunto stupratore Bill Crosby. L’allontanamento di questi tre sviluppatori dalla Blizzard segue altri due addii molto importante: l’ex presidente di Blizzard Entertainment J. Allen Brack e il senior people officer di Blizzard Entertainment e Activision Jesse Meschuk.

A luglio, Activision Blizzard è stata citata in giudizio dal California Department of Fair Employment and Housing (DFEH) per aver creato una “cultura da confraternita” che ha permesso la proliferazione di discriminazioni di genere e molestie sessuali. Diversi alti dirigenti, tra cui l’ex presidente di Blizzard J. Allen Brack, sono stati citati dalla causa in qualità di persone a conoscenza dei fatti e abilitanti dei ​​presunti comportamenti. Il DFEH ha affermato di aver condotto un’indagine di due anni su Activision Blizzard prima di presentare la causa.

Subito dopo la causa, Activision Blizzard ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in cui affermava che la causa includeva “descrizioni distorte e in molti casi false del passato di Blizzard“. Il dirigente di Activision Blizzard (ed ex consigliere per la sicurezza interna di George W. Bush) Frances Townsend ha definito la causa “veramente priva di merito e irresponsabile” in una dichiarazione che da allora è stata criticata dal personale attuale ed ex. Migliaia di dipendenti Activision Blizzard hanno firmato una lettera chiedendo a Townsend di dimettersi da sponsor esecutivo della rete femminile. A seguito della lettera, i dipendenti Activision Blizzard in California e nelle altre sedi hanno lasciato il lavoro per protestare contro la risposta della leadership.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome