L’arena di esports più famosa al mondo certifica la piena ripartenza dopo la pandemia e segna il recod di visite, puntano a nuovi business, tra i quali spuntano Nft e metaverso.

Allied Esports Entertainment, la società proprietaria dell’HyperX Arena di Las Vegas al Luxor, registra una perdita netta di 6,3 milioni di dollari, su una crescita dei ricavi del 108 percento e pari a 1,9 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2021. Un risultato più che positivo, se si confronta con la perdita – molto più ampia – di ben 18,9 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2020. Per l’intero 2021, Allied ha registrato una perdita netta di 15,8 milioni di dollari, con ricavi in ​​aumento del 54 percento e pari a 5 milioni di dollari, rispetto alla perdita netta di 31,7 milioni di dollari e ricavi di 3,2 milioni nel 2020.

La maggior parte dei confronti positivi sono relativi alla vendita da parte della società del World Poker Tour (Wpt) dello scorso 12 luglio 2021, ma anche all’aumento delle visite presso l’Arena di esports della Sin City, dovuta all’aumento del numero di eventi.

Commentando gli ultimi risultati, l’amministratore delegato ad interim dell’azienda, Lyle Berman, spiega: “Mentre le nostre operazioni di esports continuano a riprendersi dagli effetti della pandemia di Covid-19, il nostro processo per esplorare alternative strategiche per il business sta prendendo piede e siamo in discussione con diverse parti interessate. Abbiamo chiuso l’anno con una posizione di cassa di quasi 98 milioni di dollari e stiamo continuando a identificare opportunità per investire questa liquidità per acquisire o fondersi con un’attività esistente”.
E aggiunge: “Negli ultimi mesi, abbiamo esaminato i meriti di una serie di potenziali opportunità di investimento target con i nostri consulenti finanziari e legali. La nostra due diligence e il continuo reperimento di altre opportunità rimangono in corso. Continuiamo a lavorare con un senso di urgenza in questi sforzi e siamo molto concentrati sulla ricerca della migliore opportunità in assoluto disponibile per massimizzare il valore per i nostri azionisti”.

Allied Esports ha prodotto 110 eventi, inclusi 29 eventi proprietari e 81 produzioni online e di persona di terze parti. La società ha visto oltre 17mila giocatori in totale competere in eventi sia online che in arena, per un nuovo record aziendale. Inoltre, gli eventi di terze parti sono aumentati del 14 percento trimestre su trimestre, trainati da un aumento del 24 percento degli eventi e delle produzioni di terze parti prenotati all’HyperX Arena di Las Vegas.

Sempre nel periodo, la società è entrata nel mercato degli Nft con la vendita della sua prima collezione sulla Blockchain di Ethereum, EPICBEAST, che sfrutta la recente aggiunta della proprietà digitale autorizzata dalla blockchain e il suo impatto sullo sviluppo delle comunità digitali. La Società prevede di fornire utilità e valore ai titolari tramite l’accesso a eventi supportati da Allied Esports e future esperienze nel metaverso, live streaming mensili, merchandise personalizzabile e oggetti da collezione.

La crescita dei ricavi è stata trainata anche dai “risultati incoraggianti” del pilastro dell’azienda, ovvero il “Contenuto multipiattaforma”. La perdita di Ebitda rettificato è stata di 2,1 milioni di dollari per il quarto trimestre del 2021 rispetto a una perdita di 7,8 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2020.

L’utile netto è stato di 62,9 milioni di dollari nell’intero 2021 rispetto a una perdita netta di 45,1 milioni nel 2020. La perdita di Ebitda rettificata è stata di 11,1 milioni nel 2021 rispetto alla perdita di 21,7 milioni di dollari del 2020. Durante il quarto trimestre del 2021,

 

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome