Rainbow Six European League_Lichene2

Penultima frenetica giornata per la Rainbow Six European League in cui la classifica è stata rivoluzionata da alcuni degli scontri diretti migliori che questo campionato abbia regalato in questa stagione. Hanno aperto le danze i BDS contro il Team Empire alla ricerca di una vittoria per provare a riprendersi il primo posto sperando in una sconfitta dei Rogue alla partita successiva. I Russi degli Empire, invece, sono disperatamente bisognosi di una vittoria per lasciarsi alle spalle il fondo-classifica e la paura retrocessione. Il vento sembra soffiare verso Mosca perché su Oregon (con bannati Maverick, Kali, Wamai, ed Echo) il team Empire conquista i primi quattro round senza particolare resistenza da parte dei francesi che si infrangono sulle difese impenetrabili del team russo. Peccato che questi Empire non si siano visti nella maggior parte dei match delle settimane passate perché con un’aggressività e una forza che ricordano i fasti del passato, il team di Joystick si è andato a prendere altre due vittorie andando al cambio ruoli con un incredibile punteggio di 6-0. Quando è toccato ai BDS Difendere sembrava che il 7-0 per i russi fosse dietro l’angolo ma Brid riesce nel clutch 1 contro 2 a eliminare Scyther e Sheppard e a dare ai suoi almeno una vittoria. L’ottavo round comincia con la caduta di Elmenje che lascia i BDS in 4 contro 5, Joystick riesce a prendersi una doppia kill su RaFaLe e Renshiro prima di essere refraggato insieme a Always. Pochi secondi dopo muore anche Brid lasciando Shaiiko da solo. Il giocatore francese riesce a prendersi una doppia kill restando uno contro uno con dan ma il russo ha il vantaggio del defuser già plantato e non ha fretta. Dan aspetta la mossa del suo avversario e lo elimina in un batter d’occhio dando agli Empire una vittoria meritata e indispensabile.

La serata è andata avanti con un altro scontro decisivo: Rogue versus Tempra. I Tedeschi campioni in carica vogliono tenersi stretto il primo posto soprattutto dopo la sconfitta dei BDS mentre i Tempra sono ancora a caccia di quel trionfo che li faccia emergere dal pantano di metà classifica. La mappa è stata ancora una volta Oregon con bannati Montagne e Thatcher per gli operatori d’attacco e Mira ed Echo per la difesa. Il primo round viene preso prepotentemente dai Rogue che raddoppiano al secondo eliminando Shiinka e Dirza nei primi trenta secondi con Korey che si prende una tripla uccisione e Ripz che chiude con la sua SMG. Al terzo round Chaoxys cade nei primi 30 secondi per mano di Acez che non contento elimina anche P4. Leongids va a prendersi la vita di Shinka e Dirza ma viene ucciso da Voy che però è rimasto da solo. Mancano 30 secondi alla fine del round e Voy non riesce a concludere nulla: 3-0 per i Rogue. Prima che i Tempra riescano a conquistare un round, i Rogue riescono a strappare un’altra vittoria a questa partita andando al cambio ruoli con un vantaggio monumentale: 5-1. Al settimo round Leongids si prende la vita di P4 rallentando notevolmente l’attacco dei Temprea. Dirza riesce a Eliminare Leogids ma Karzheka le refragga subito dopo. Acez va a eliminare Shinka, cade anche Voy e poi con la morte di Chaoxis, che era riuscito ad atterrare Kharzheka, anche il settimo round è dei Rogue. Primo match point e i Rogue perdono Kharzheka e Leongids nel primo minuto. Voy va a eliminare Acez e chiude il round con una tripla che elimina gli ultimi attaccanti rimasti. A un minuto dalla fine del nono round restano in piedi 3 attaccanti e tre difensori, i Tempra sembrano avere la meglio ma la loro difesa troppo aggressiva gli costa non solo il round ma l’intera partita. Leongids era rimasto con pochissimi punti salute il defuser ancora da plantare, Chaoxys ha deciso comunque di cercare lo scontro a fuoco e lo ha perso.

Il terzo game di questa penultima giornata è stato quello tra Natus Vincere e Virtus Pro in cui ogni squadra ha combattuto co le unghie e con i denti per il proprio posto sul podio. I russi dei Virtus Pro si impongono per i primi due round grazie a due attacchi portati a casa con relativa facilità soprattutto a causa della difesa lacunosa dei Natus Vincere. Passano altri due round e la situazione resta invariata, i russi hanno due round di vantaggio sui NaVi con un punteggio di 3-1. Al cambio ruoli la situazione resta invariata sul 4-2 ma le cose peggiorano quando tocca ai Natus Vincere attaccare, perdono il primo round e vengono massacrati al secondo. I Virtus Pro sono già al match point e continuano a vincere senza fatica. Contro ogni previsione, al nono round arriva la terza vittoria dei Natus Vincere grazie ad un’ottima impresa di Doki che si prende una tripla uccisione. Questo trionfo serve a poco perché a 30 secondi dalla fine Wtg Amision e p4sh4 con una sventagliata di colpi, una granata a gas e un panetto di C4 sterminano tutti gli attaccanti dando ai Virtus Pro la vittoria del round, della partita e l’accesso alla top 4. L’altra squadra che sta combattendo per quello stesso posto in classifica sono i G2 che subito dopo hanno sfidato il team Secret. I primi due round vanno uno a ciascun team ma il terzo è tutto di Ctzn che da ai G2 il vantaggio clutchando uno contro due. I Secret però vanno al pareggio con una difesa orizzontale e non verticale come i G2 si aspettavano. Al cambio ruoli la situazione resta invariata con un punteggio di 3-3 con i Secret pronti a prendersi il vantaggio. Il successo arriva grazie a Ks e a Prano che durante il plant del defuser eliminano Uunomaiter e Pengu in un istante prendendosi il round. I G2 non si fanno spaventare e pareggiano all’ottavo round e si portano in vantaggio al nono grazie a una mossa perfetta di Kantoraketti e Ctzn che eliminano l’ultimo attaccante rimasto attraverso il pavimento mentre tentava il plant del defuser. I secret riescono a recuperare una vittoria annullando il primo match point dei G2 e ora tutta la partita resta appesa ad un round. Uunomaister apre le danze con una doppia uccisione su Hife e Prano lasciando i secret in 3 ma Drvn riesce a eliminare Kantoraketti vincendo uno scontro a fuoco molto ravvicinato. I secret tentano un disperato assalto al site ma vengono massacrati, nulla da fare per loro che sono costretti ad accettare la sconfitta.

L’ultimo match è stato quello tra Chaos e Vitality, uno scontro decisivo per il fondo classifica. I primi due round vanno ai Vitality grazie a due attacchi rush che hanno colto di sorpresa i giocatori dei Chaos. Al terzo round, prese le necessarie contromisure, i Chaos si prendono la prima vittoria e vanno addirittura a pareggiare al quarto round. Una volta messi in moto, i nordici del team Chaos non si fermano più, vanno a vincere altri due round e si ritrovano al cambio ruoli con un punteggio di 4-2. Passano due round e la situazione resta invariata perché con una vittoria dei Vitality e una dei Chaos, la differenza di due round resta e si fa sentire. I Vitality provano a raggiungerli ma lo stesso copione continua ad andare in onda con la differenza che questa volta i Chaos sono al loro primo match point. I Vitality non ci stanno e non solo annullano la prima chance di vittoria dei loro avversari ma firmano il pareggio sull’intera partita con un dodicesimo round quasi flawless.

Rainbow Six European League_Lichene2

Risultati

Empire – BDS: 7-1
Rogue – Tempra: 7-2
Virtus Pro – Natus Vincere: 7-3
G2 – Secret: 7-5
Chaos – Vitality: 6-6

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome