banner APP ESM 700×150

Il primo, e si spera ultimo, mondiale nell’era Covid-19 partirà tra dieci giorni esatti: il 25 settembre inizierà la fase preliminare di Play-In in cui si sfideranno dieci delle 22 squadre partecipanti. Contrariamente agli anni passati non saranno 24 i team qualificati al mondiale a causa dell’assenza delle rappresentative vietnamite della VCS – Vietnam Championship Series: un’altra vittima figurata della pandemia, impossibilitate a partire per Shanghai per timore di non poter rientrare in patria. Nessun sostituzione, solamente alcuni cambi che hanno stravolto il formato dei Play-In. 

Le novità. Il terzo seed dell’LCK, la lega coreana, originariamente sarebbe dovuto partire dai Play-In ma grazie ai risultati sportivi ottenuti in passato è stato pertanto promosso direttamente alla fase a gironi insieme a tre rappresentative europee e tre cinesi, oltre alle due nordamericane e alla prima classificata della PCS, la lega pacifica del Sud-Est asiatico. La seconda novità riguarda il formato del Play-In. Non più quattro gironi da tre squadre ma due da cinque: le prime di ogni gruppo avanzano direttamente alla fase a gironi, le seconde affrontano le vincenti tra le terze di un girone e le quarte dell’altro  in  serie alla meglio delle cinque partite. Le vincenti completano infine il quadro dei gironi. La terza novità modifica leggermente il tabellone dei playoff a eliminazione diretta che non sarà più predeterminato sin dalla fine dei gironi: oltre al consueto sorteggio degli abbinamenti prima dei quarti, ne verrà effettuato un altro prima delle semifinali. L’ultima novità dei Worlds 2020 è la creazione di un’ulteriore fascia nel sorteggio dei gironi: non più due ma tre da quattro squadre ciascuna con i vincitori delle quattro principali leghe competitive, LPL, LEC, LCK e LCS, in prima fascia. 

L’unica squadra europea che dovrà partire dai Play-In sono i MAD Lions, quarto seed dell’LEC dopo il secondo posto conquistato in regular season e la Top4 nel Summer Split. Per l’italo-cinese Shadow e i suoi compagni di squadra è stato un sorteggio benevolo che li pone nel Girone A con i Team Liquid dal Nord America, i Legacy Esports dall’Oceania, i Papara SuperMassive dalla Turchia e gli INTZ dal Brasile. Nessuna di queste squadre spaventa realmente i MAD Lions, abituati a ben altri livelli di partite. Evitate almeno per il momento la cinese LGD Gaming e i PSG Talon, squadra di Hong Kong, così come i sempre ostici russi degli Unicorns of Love. Il pericolo non è tutta via del tutto scampato: è necessario arrivare primi nel girone per assicurarsi il passaggio del turno ed evitare sfide insidiose contro la seconda o la terza del girone B.

Nella fase a gironi sorteggio favorevole per due squadre europee su tre. I G2 Esports, coadiuvati dal nostro remote analyst italiano Dimitri “Noodlez” Zografos, sono stati comodamente inseriti nel Girone A con i Suning (stessa proprietà dell’Inter calcistica), la squadra cinese meno temibile, e i Machi Esports, rappresentanti della lega pacifica. Il girone potrebbe complicarsi solo con l’arrivo di una forte pretendente dai Play-In, come il Team Liquid o gli Unicorns of Love ma nulla che possa impensierire i G2 campioni d’Europa per la quarta volta consecutiva. Ottimo il sorteggio anche per i Fnatic, inseriti nel Girione C con TSM e GENG: squadre indubbiamente all’altezza della competizione ma di certo ostacoli non insormontabili. Unico lato negativo è l’eventuale qualificazione dei cinesi LGD dai Play-In: qualora dovessero passare il turno saranno automaticamente inseriti nel Gruppo C in base alla regola per cui non è possibile avere squadre della stessa regione nel medesimo girone. 

Discorso simile a quello dei MAD Lions che, qualora superassero la fase preliminare, andrebbero direttamente nel Gruppo D, l’unico senza altre squadre europee. Lì troverebbero Top Esports, campioni di Cina e favoriti numero uno per la vittoria dei Worlds 2020, i DRX, seconda potenza coreana e i Flyquest, seconda rappresentante dell’LCS nordamericana. Un girone che, a parte i TES, potrebbe realmente finire in qualsiasi modo dando molte speranze ai MAD Lions. Nel girone verosimilmente peggiore sono finiti i Rogue, reduci da una splendida e inaspettata stagione nell’LEC: affronteranno i dominatori dello split coreano, i Damwon Gaming, e i JD Gaming, vincitori dello Spring Split e finalisti nel Summer Split dell’LPL cinese, praticamente alla stessa stregua dei Top Esports. 

L’appuntamento è per il 25 settembre. Sarà possibile seguire tutta l’azione dei mondiali in diretta su PG Esports, broadcast partner italiano ufficiale, e ovviamente su EsportsMag con diversi contenuti dedicati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome