OliBoli

Inizia nel migliore dei modi la stagione competitiva per i nostri colori su FIFA 21. Nel weekend appena concluso, infatti, è andato in scena il primo dei cinque Qualifier delle FIFA 21 Global Series di Playstation 4 in Europa. A portare a casa il montepremi di 15.000 dollari e a fregiarsi del titolo di campione, Oliver “OliBoli” Uttgren dei Mkers.

Una cavalcata fantastica per il giocatore svedese. Dopo aver superato agevolmente sedicesimi e quarti di finale contro Faoetnation e Karabacak, in semifinale OliBoli ha dovuto abdicare in favore di DPeixoto7. Una volta arrivato nel Loser-Bracket, però, il player dei Mkers ha tirato dritto fino alla Grand Final mandando al tappeto l’italiano Cosimo Guarnieri, Adriman e prendendosi la rivincita con DPeixoto7. Nell’atto conclusivo, in un derby tutto scandinavo con Fatih “Ustun” Üstun degli Astralis, Oliver anche nei momenti di difficoltà ha saputo tenere duro. Nel primo match ha sbrigato la pratica con un 3-1 piuttosto netto. Molto più tirata, invece, la seconda gara. Per la vittoria finale sono serviti i supplementari e una partita tirata fino all’ultimo respiro, ma al termine dei 120’ di gioco è stato lo svedese a festeggiare grazie al 7-5 finale.

“Due gare molto combattute – il commento di OliBoli -, Ustun è stato il miglior avversario che ho incontrato in questi due giorni. Batterlo in entrambe le occasioni in finale è stato incredibile. Nell’ultimo match è stato difficile mantenere alta la concentrazione. Il mio coach, però, ha fatto un ottimo lavoro da questo punto di vista e alla fine abbiamo vinto”.

Non è arrivata la vittoria finale, ma comunque positive le prove di Cosimo “NBD2699” Guarnieri e Daniele “Prinsipe” Paolucci. Entrambi i giocatori si sono dovuti arrendere ai quarti di finale del Loser-Bracket rispettivamente con OliBoli e Adriman. Un pizzico di sfortuna per i due italiani. In queste competizioni dove il livello è altissimo, la differenza sta nei dettagli.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome