Articolo top

La nuova, curiosa, iniziativa nel mondo eSports si chiama Ldn Utd e nasce a Londra. L’organizzazione è stata costituita con l’obiettivo di creare veri e propri percorsi di crescita a giocatori comuni, dando loro l’opportunità di diventare professionisti. Magari con un po’ di ruffianeria.

L’IMPORTANZA DELLA COMMUNITY – Si partirà da Fortnite. La Ldn Utd invita i giocatori londinesi a giocare e caricare video direttamente tramite il sito proprietario. In tal modo la Community potrà visionarli e votare i propri video preferiti, decidendo direttamente chi avrà l’opportunità di rappresentare il team nei prossimi eventi in programma. Già, proprio così, non il Team Manager, non il Coach, ma il Popolo… pardon, la Community. Quasi come in un reality, insomma.

EVENTI AD HOC – Ldn Utd ha organizzato un primo evento per il 4 gennaio al Loading Bar: Server di Londra. Attraverso i server dell’organizzazione i partecipanti si sfideranno per ottenere uno dei quattro posti all’EStars Fortnite Championship, in programma dall’11 al 12 gennaio (con 25mila sterline in palio). “Siamo felici di lanciare Ldn Utd – ha dichiarato Oliver Weingarten, Ceo della nuova organizzazione –, e di offrire così a tanti giocatori l’opportunità di lasciare il proprio seminterrato per salire fino al gradino più alto di un podio. A Londra ci sono oltre 2 milioni di giocatori, siamo convinti che ci sia un sacco di talento da scoprire”.

IN LDN UTD SI PUÒ ANCHE INVESTIRE –  Adam Whyte, Cgo di Ldn Utd, ha raccontato di essere stato lui stesso un giocatore, anche se non molto “fortunato”. Così ora “il sogno è quello di consentire ai giovani giocatori, attraverso Ldn Utd e gli strumenti che saprà fornire, di diventare giocatori professionisti e rappresentare la loro città su un palcoscenico mondiale”. Servirà abilità, certo, ma anche la capacità di ingraziarsi i favori del pubblico, dunque. A maggior ragione perché quel pubblico potrebbe averci anche messo qualche soldo, visto che alla base del progetto c’è anche una sorta di azionariato popolare che partirà a giorni attraverso Seedrs, una piattaforma di crowdfunding.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome