banner APP ESM 700×150

“Prima dell’emergenza Coronavirus il progetto della eSerieA Tim è partito con molto slancio: l’idea è di vedere la convergenza di tutte le società per creare una piattaforma di giochi gestita esattamente come la serie A reale. Il campionato si eSerieA Tim sarà certamente una delle attività su cui puntare nel post Covid“. Queste le parole del vicepresidente dell’Udinese, Stefano Campoccia, ospite ieri nella prima puntata di “Esports Arena” il programma interamente dedicato alle competizioni videoludiche su Udinese Tv.

Il numero due bianconero ha così inaugurato lo spazio televisivo che avrà cadenza settimanale. “In questo periodo in cui ci viene chiesto di rimanere a casa – ha detto – il carattere virtuale degli esports rende questo progetto ancora più attuale. Un’iniziativa che diventa una sfida per una società come l’Udinese, che vuole sempre esplorare nuovi modi di aggregare persone e allargare la propria fan base. Il nostro club ha creato negli anni un modello di talent scouting di talenti che abbiamo voluto replicare nel mondo degli esports“.

Ospite della prima puntata, condotta da Alice Mattelloni, anche il direttore commerciale e marketing della Lega Serie A, Michele Ciccarese. “Il business del calcio conta 32 milioni di appassionati che, rispetto ad altre industry, hanno un elevato tasso di fedeltà al brand e al club – ha spiegato – ma non dobbiamo dimenticarci di questa audience, cercando di coinvolgere sempre di più il pubblico, di tutte le età, con nuove iniziative come la eSerieA Tim. Questo progetto è in cantiere già dal 2018 e nel tempo siamo riusciti a definire un accordo con i due principali publisher del gaming calcistico (Fifa e Pes) al fine di costruire 2 competizioni ufficiali parallele attraverso cui i partecipanti possano poi accedere anche alle competizioni internazionali di esports, come avviene nel calcio giocato”.

Il prossimo appuntamento con Esports Arena su Udinese Tv è in programma martedì 14 aprile, alle 21:50, con ospiti Edoardo Sbroggiò, pro player di Pes di Udinese esports, Marco Ferraro, fondatore dell’agenzia Wlt Gaming e il caster Marco Brandino.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome