La pandemia da COVID-19 ha gettato il mondo degli eSport fuori dalle sue normali abitudini. Molti dei tornei annuali più importanti non hanno mai avuto luogo. Abbiamo appreso cosa succede a determinati ecosistemi senza eventi dal vivo e lo stress sul settore continuerà nel 2021 fino a quando la pandemia non sarà finalmente risolta. Tuttavia, ci sono stati importanti momenti positivi durante tutto l’anno. Il rilascio di Valorant ha creato grandi sconvolgimenti nello spazio degli sparatutto e Rainbow Six Siege è stato in grado di restare al centro della scena competitiva dimostrando il valore di uno sviluppatore che collabora con la sua comunità. Guardando al prossimo anno, anche se molte cose rimarranno le stesse, entro la fine del 2021 parti del panorama degli eSport potrebbero apparire molto diverse. Questi sono i titoli eSportivi che sorgeranno nel 2021 per sfidare lo status quo, o, forse, tornare al loro antico splendore.

1-Valorant

Valorant_Lichene

Probabilmente la scommessa più sicura che chiunque possa fare é che Valorant meriti di essere in qualsiasi lista di eSport emergenti nel 2021. Il nuovo sparatutto tattico di Riot Games ha allontanato decine di giocatori professionisti da altri titoli popolari come Counter-Strike: Global Offensive e Overwatch e ha già visto l’impegno della maggior parte dei principali team eSportivi. Il prossimo anno, Valorant avrà un ecosistema globale ufficiale supportato da Riot Games che aprirà le porte a maggiori investimenti da parte di team e marchi. Inoltre, Valorant avrà probabilmente il suo primo torneo internazionale offline nella seconda metà del prossimo anno. La mancanza di eventi live per più di un anno creerà senza dubbio un tale fervore che il primo campionato del mondo di Valorant potrebbe essere uno dei più grandi eventi dell’anno. Una cosa che rende Valorant particolarmente eccitante è l’impatto che sta avendo per gli eSport femminili con Cloud9 White (un team di Valorant di sole donne) che dovrebbe partecipare a livello professionistico ai principali eventi. Maggiori attenzioni e infrastrutture che si spostano in Valorant possono solo servire a far crescere la posizione del gioco come leader negli eSport femminili.

2-Wild Rift

Wild-Rift-Lichene

League of Legends: Wild Rift era in cima alla nostra lista lo scorso anno dei giochi più attesi per dispositivi mobili ma la pandemia di COVID-19 ha ritardato il lancio globale del gioco, rendendolo un’importante evento per il 2021. In Asia, gli eSport su dispositivi mobili guidano già molte regioni ma Riot Games ha una forte concorrenza nella costruzione di ecosistemi eSportivi in quelle aree. Senza dubbio la reputazione dello sviluppatore per l’infrastruttura di eSport di prim’ordine che ha creato per League of Legends porterà Wild Rift in cima alla classifica. Il gioco diventa particolarmente interessante per il suo potenziale nel concretizzare la svolta degli eSport mobile in Nord America e in Europa. Ci sono stati numerosi tentativi, ma dobbiamo ancora vedere lo stesso livello di investimento di team o brand in titoli per dispositivi mobili negli Stati Uniti che abbiamo visto in Cina, India o nel Sud-est asiatico. League of Legends è senza dubbio l’IP di eSport più forte nella regione, e il potere del marchio attirerà senza dubbio un numero di nuovi giocatori e potenziali atleti eSportivi. Inoltre, Riot ha già mostrato la volontà di coinvolgere in modo incrociato i suoi partner attraverso i suoi titoli di eSport, quindi Wild Rift avrà vita facile rispetto a qualsiasi altro titolo mobile.

3-Super Smash Bros Melee

Melee_Lichene

Può sembrare strano vedere un gioco uscito più di 15 anni fa apparire in questo elenco, in particolare in un momento in cui Nintendo ha chiuso uno dei tornei più importanti di Super Smash Bros. Melee proprio il mese scorso. Che Nintendo non voglia diffondere Melee non è una novità ma questo ultimo atto di aggressione potrebbe aver fatto qualcosa che nella comunità di Smash doveva accadere da anni. Melee è stato a lungo ostacolato dalla speranza che un giorno Nintendo avrebbe potuto interessarsi al gioco come eSport. Invece, quello che è successo nell’ultimo mese, tra discussioni, dichiarazioni e post su Twitter, ha rivelato che non solo Nintendo non verrà mai in contro ai giocatori, ma non ha la più pallida idea di quanto siano testardi i fan di Melee. L’ultima volta che Nintendo ha deciso di litigare con loro, la querelle ha portato alla rinascita del gioco e ha creato nuovi livelli di consapevolezza per la scena competitiva. La community è ora più grande di quanto non sia mai stata, meglio organizzata e supportata da influencer, team e stakeholder con un interesse nel continuo successo del gioco.

Nintendo potrebbe volere che Melee svanisca silenziosamente, ma portare una bestia in un angolo la rende solo più arrabbiata. Inoltre, la comunità ora dispone di strumenti di gran lunga migliori con cui combattere. È stato appena pubblicato un nuovissimo documentario di sei ore che racconta la storia competitiva del gioco. Un fan ha creato un programma che consente di giocare online senza problemi. Una delle stelle in più rapida crescita su Twitch, Ludwig Ahgren, è cresciuto nella scena di Melee e continua a usare la sua influenza in espansione per supportare il gioco. Melee non sta andando da nessuna parte, e i tentativi di Nintendo di farlo sparire continueranno a puntare sempre più i riflettori su uno dei più grandi e avvincenti eSport del pianeta.

4-Giochi targati Supercell

Supercell_Lichene

Clash Royale prima, e ora Brawl Stars sono due dei principali esport per dispositivi mobili al mondo e Clash Royale, in particolare, è uno dei pochi giochi per dispositivi mobili che è stato in grado di mantenere l’interesse delle principali organizzazioni di eSport con sede negli Stati Uniti come TSM e Team Liquid. L’anno prossimo, entrambi i giochi riceveranno aggiornamenti alla loro struttura e Clash Royale riceverà un’importante infusione di premi in denaro. Supercell sembra impegnata a far crescere ciascuno dei suoi titoli eSport e a trovare il formato che funzioni per ogni gioco. Vale anche la pena menzionare che gli eSport di Supercell hanno margini di crescita significativi per quanto riguarda le partnership con i marchi. Nessuno dei due giochi ha visto alcuna attività sostanziale da parte di brand non endemici e la mancanza di eventi di terze parti significa anche poco coinvolgimento. Con più premi in denaro impegnati da Supercell, forse la società cercherà finalmente di recuperare quel costo attraverso un aumento del coinvolgimento dei marchi.

5-Dota 2

Dota 2_Lichene

Se il 2020 è stato il tuo primo anno di coinvolgimento con gli eSport, potresti essere perdonato per non sapere quanto sia grande Dota 2. La pubblicità e l’attenzione del gioco sono tutte costruite attorno al monumentale montepremi che ogni anno viene messo in palio al The International, il torneo più grande e prestigioso. Quel montepremi ha battuto ancora una volta tutti i record quest’anno ma la pandemia ha costretto Valve a cancellare l’evento. Questa cancellazione ha rivelato quanto l’intero ecosistema del gioco ruotasse attorno all’International. Con il grande torneo e il suo montepremi colossale che dovrebbero tornare nel 2021, Dota 2 tornerà probabilmente al suo antico splendore piuttosto rapidamente. Ciò che rende il gioco interessante per questa lista però, è ciò che è accaduto nel frattempo. Valve ha sempre adottato un approccio piuttosto distante rispetto ai suoi ecosistemi eSportivi ma quando la cancellazione dell’International ha lasciato un buco nero nell’infrastruttura competitiva di Dota 2, il publisher è stato costretto a reagire. Negli ultimi mesi, Valve ha fornito premi in denaro e supporto a tornei regionali più piccoli in cui non si era mai impegnata prima, contribuendo a rafforzare l’ecosistema globale in futuro. Inoltre, alcuni organizzatori sono intervenuti per colmare il vuoto, portando alla formazione della EPIC League e di altre competizioni regionali online. Se l’International è in grado di tornare e Dota 2 può mantenere alcuni dei miglioramenti apportati alla sua infrastruttura globale, il gioco uscirà dalla pandemia più forte che mai.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome