In un’industria dei videogiochi ossessionata dalla crescita delle playerbase, non si sente quasi mai dire che un gioco è troppo popolare per il suo bene, ma nel caso di Splitgate è successo proprio questo. Lo sparatutto in prima persona è entrato nella fase di open beta (quindi aperta a tutti) a luglio, ricevendo così tanta attenzione che il suo sviluppatore, 1047 Games, è stato costretto a rimandare il lancio del gioco completo.

Dopo aver trascorso un paio d’ore con il gioco su Xbox Series X (il crossplay di Splitgate è supportato su PC, PlayStation e Xbox) è facile capirne il fascino. Splitgate potrebbe essere descritto come l’azione di Halo 2 che incontra le brillanti meccaniche di Portal. È uno sparatutto-arena dal ritmo frenetico con combattimenti multidimensionali, che evoca l’atmosfera dei primi multiplayer FPS.

La meccanica fondamentale intorno a cui ruota il multiplayer 4v4 è quella dei portali: sono uno giallo e uno viola e possono essere sparati contro dei muri specifici all’interno della mappa permettendo alle squadre di muoversi e intrecciarsi l’una con l’altra con relativa facilità. Il combattimento diventa davvero irresistibile quando giochi in modo aggressivo e le armi sono come quelle di Halo: nessun loadout di partenza, solo un fucile d’assalto, il resto (granate, cecchini, lanciarazzi e fucili a pompa) lo si recupera nell’arena.

Splitgate ha questo fascino retrò di cui è fin troppo facile innamorarsi se si giocava ai giochi multiplayer nell’era Xbox e all’uscita dell’Xbox 360. Negli ultimi anni c’è stato un costante aumento degli sparatutto in stile arena, tanto che inizialmente il gioco di 1047 Games, che evoca rigorosamente lo spirito di Halo, è stato bollato come l’ennesimo sparatutto free to play senz’anima. Per fortuna, Splitgate usa il combattimento nostalgico nell’arena come base, aggiungendo l’innovativo sistema dei portali che cambia completamente il modo in cui si pensa al posizionamento della propria squadra e all’ingaggio dei nemici.

1047 Games afferma che Splitgate ospita almeno 100mila giocatori simultanei tra tutte le piattaforme e non mostra segni di rallentamento. Splitgate sarebbe dovuto uscire il 27 luglio per PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X come esperienza free-to-play, prima che l’ondata di giocatori appassionati distruggesse questi piani. Il gioco ora sarà pronto per il lancio verso la fine di agosto e vi posso assicurare che vale la pena provarlo. Splitgate riesce a bilanciare perfettamente familiarità e novità, un’ emozione che così pochi giochi sono in grado di evocare al giorno d’oggi, soprattutto in un mercato così saturo come quello degli sparatutto.

 

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome